Gasolio per riscaldamento

Il Gasolio, a differenza della benzina, è una miscela di idrocarburi ottenuta dalla lavorazione (distillazione) del petrolio greggio e viene impiegato come carburante per i motori Diesel, come combustibile per la produzione di energia elettrica e per il riscaldamento. Di origine più moderna il termine gasolio deriva dall'inglese Gasoil, composta a sua volta dai termini gas e oil, sebbene oggi gli inglesi si riferiscono al gasolio con il termine Diesel fuel. Questo perchè il gasolio è principalmente utilizzato come combustibile per i motori diesel, sebbene sia già ampiamente impiegato come combustibile per gli impianti di riscaldamento domestici e non solo. Il suo utilizzo come combustibile per il riscaldamento impone delle caratteristiche di lavorazione meno severe in quanto non viene indicata una temperatura massima di distillazione, altresì evidenziata nel combustibile per i motori in quanto un'alta temperatura di lavorazione permette un maggior frazionamento e deposito dei componenti più pesanti, responsabili nei motori dell'aumento del particolato. Opera Fuel, molto attenta alle norme vigenti, garantisce il trasporto del prodotto secondo i parametri prefissati, offrendo ai suoi clienti un prodotto inalterato e non deteriorato.

Benzina

Tra i vari prodotti frutto della lavorazione, o meglio distillazione, del Petrolio greggio il più noto ed utilizzato è senza dubbio la Benzina. Un liquido trasparente, incolore, oleoso, altamente infiammabile e dall'odore acuto, il termine Benzina trae origine dal Benzoino, a sua volta di origini arabe ("Incenso di Giava") tramutato poi nel tedesco benzin così definito nel 1833 la miscela che Michael Faraday aveva chiamato bicarburo d'idrogeno. Questo "spirito di petrolio", come veniva anche chiamata la benzina, venne principalmente impiegato come carburante per i primi motori a scoppio e ancora oggi viene principalmente utilizzata con tale scopo. Per poter essere utilizzata come carburante deve, però, poter godere di alcuni requisiti essenziali: adeguata volatilità (sufficiente per un rapido avvio del motore) e buona capacità antidetonante (atta ad evitare l'accensione per una semplice pressione del pistone).Tutto questo grazie ad un'adeguata lavorazione e soprattutto un efficace ed efficente trasporto del prodotto che Opera Fuel riesce a garantire su tutto il territorio nazionale.

Olio combustibile

L'olio combustibile appartiene anch'esso alla categoria dei distillati pesanti derivati dalla lavorazione del petrolio grezzo, caratterizzato da una elevata densità. Tecnicamente può essere prodotto da cracking o straight-run, a seconda che sia lavorato in un impianto di cracking o di topping. Certo è che la percentuale di olio combustibile che risulta dalla lavorazione di 1 litro di petrolio è variabile e dipende dalla complessità della raffineria e dalla tipologia del greggio da cui si parte. Tre sono i campi di impiego principali di questo prodotto: combustibile per la produzione di energia elettrica; combustibile per le navi; alternativa marginale al petrolio per le raffinerie. È quindi un prodotto differente dal gasolio per autotrazione tant'è che per differenziarlo viene aggiunto, dal 2002 nell'Unione Europea, l'Euromarker (SY124).

Nafta e derivati

La nafta è una miscela di idrocarburi che si caratterizza per la sua bassa volatilità: solitamente viene utilizzata come combustibile sia nei motori a ciclo Diesel che in quelli a ciclo Sabathé, per trazione stradale, ferroviaria e per imbarcazioni. La parola trae origine dal termine francese naphte e da quello latino naphtha (a sua volta derivante anche dal greco), che indicava proprio un tipo di combustibile volatile. Varie, infatti, sono le tipologie di nafta che si possono avere e ciò dipende dalla lavorazione alla quale il petrolio grezzo viene sottoposto: solitamente viene molto apprezzato il prodotto lavorato che porta ad ottenere un basso livello di volatilità.

Per i grandi motori quali quelli marini o per l'impiego all'interno di caldaie dalla capienza significativa si preferisce utilizzare il petrolio meno lavorato, quindi più grezzo. Importante risulta anche la fase di trasporto che l'azienda S.CO.C.C.A. effettua mantenendo alti i parametri qualitativi del prodotto.